dietro le quinte la REGIA….

La sua nomina è comunque arrivata, in modo tempestivo dopo le dimissioni di Antonio Fazio, con un plauso quasi unanime tra governo e principali partiti d’opposizione. La qualcosa non deve stupire: i principali ministri che hanno varato, assieme a Draghi, la lunga stagione delle privatizzazioni sono stati proprio Ciampi, Giuliano Amato e Vincenzo Visco.

A dieci anni i risultati di quella intensa stagione di privatizzazioni e svendita del patrimonio produttivo industriale a partecipazione statale sono sotto gli occhi di tutti: povertà diffusa, perdita di competitività, chiusura di interi stabilimenti e plessi produttivi, che si sommano (e contemporaneamente causano) grandi disagi e difficoltà economiche e sociali all’intero Paese.

C’è solo da augurarsi che un probabile futuro governo di centro-sinistra e la promozione di Draghi da direttore generale a presidente della Banca d’Italia, non continuino nel solco già tracciato e tristemente sperimentato dei primi anni novanta.

Ma a ben guardare, le nuvole che in questi giorni si addensano nel cielo delle finanza italiana, non lasciano ben sperare.

——————————————————————————–

[1] Tra gli altri, i più “quotati” erano: Mario Draghi (Banca Mondiale, gruppo Bilderberg, vice presidente della Goldman Sachs), che è poi stato eletto; Mario Monti (Bilderberg, appena “assunto” dalla Goldman Sachs) subito auto-sospesosi dalla competizione; Tommaso Padoa Schioppa (Aspen Institute, Commissione Trilaterale- commissione elitaria che lega USA, Europa, Giappone-, Bilderberg); Domenico Siniscalco (RIIA, Royal Institute for International Affairs, il governo “ombra” britannico); Vittorio Grilli (Aspen Institute); Lamberto Dini (ex vice presidente della BIS – la Banca per i Regolamenti Internazionali-, Cavaliere di Gran Croce, Fondo Monetario Internazionale).

[2] Esperto nel far fallire economie di interi paesi, è una delle colonne portanti dell’establishment statunitense, con ruoli di regia in speculazioni finanziarie e golpe politici in aree instabili. Recentemente ha incontrato sia Francesco Rutelli che Romano Prodi, quest’ultimo ex consulente della Goldman Sachs

dietro le quinte la REGIA….ultima modifica: 2008-12-19T08:01:00+00:00da mafiocrazia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento